To use this site, please enable Javascript.

Considerazioni sulla stagione 2020/2021

Sep 9, 2020 - 11:30 AM hours
Considerazioni sulla stagione 2020/2021 |#121
Mar 12, 2021 - 11:16 AM hours
Originariamente scritto da ExPoquelin
@Angiolo007 concedere il tempo necessario agli allenatori è la chiave di volta di ogni progetto...e purtroppo qui in italia non se ne concede tanto.......mi auguro solo che in futuro ci sia un progetto con basi solide e una certa futuribilità...


per quanto concerne il presente rimango ancora moderatamente ottimista x il piazzamento in CL.
Ovvio sto trittico che arriva ci dirà tante cose...
Ancora non ho capito su quali squadre dobbiamo fare la corsa....
L'unica cosa che stavo pensando è che semmai il napoli dovesse vincere contro il milan domenica,
allora credo che a sto punto ance il milan si ritroverà risucchiato in sto tritacarne infernale ^_^'


Io spero che l'EL abbia tolto un pò di energie al Milan e a noi invece la famosa settimana tipo , abbia ridato alla squadra la possibilità di allenarsi bene, anche perchè abbiamo ben 3 trasferte consecutive e quindi nessuna possibilità di allenarsi "a casa" (non credo facciano avanti e indietro tra milano torino e roma...)

Ora... appunto se si vincesse col Milan, che comunque ha ancora il ritorno col Man Utd, potremmo seriamente pensare di rincorrere anche loro... sulla Juve dipende se si vince lo scontro diretto...sulla Roma, forse è quella più abbordabile in quanto più instabile (un giorno sembrano fenomeni un altro offrono prestazioni orribili) sull'Atalanta dipende se passa il turno di Champions, ma credo che quest'ultima sia l'unica su cui non farci la rincorsa, perchè atleticamente corre sempre più di tutti...

Ma comunque per arrivare quarti, bisogna fare 6-7 punti in queste 3 gare, altrimenti la vedo dura...e se dovessi scegliere, vincerei con Roma e Juve e pareggerei con il Milan

•     •     •

Talent scout per passione
Considerazioni sulla stagione 2020/2021 |#122
Mar 13, 2021 - 1:02 PM hours
Ri-ri-rinviata Juventus-Napoli, ora si giocherà il 7 aprile.
D'altronde non s'era mai visto che una squadra faceva tre trasferte consecutive.

•     •     •

Esperienza è il nome che tutti danno ai loro errori - Oscar Wilde
Considerazioni sulla stagione 2020/2021 |#123
Mar 19, 2021 - 5:42 PM hours
siamo a -6 dal secondo posto (milan) e -2 dal quarto posto (DEA)

Se riuscissimo a vincere domenica oltre a guadagnare punti sulla roma butterei un occhio proprio al milan e alla dea in quanto questo weekend non hanno partite facili, senza contare le loro fatiche europee,.....infatti sopratutto la DEA rischia a Verona...

Fiorentina - Milan
Verona -Atalanta
Se il napoli riuscisse a vincere allora due pareggi in entrambe le partite, citate sopr, sarebbero già ottimi secondo me. Questa è la mia visione su cui potremmo mangiar punti sto turno.



Apro una parentesi molto molto prematura.... in caso di Champions si vocifera di Allegri in panchina...
Cosa ne pensate?
Potrebbe essere possibile un suo approdo a napoli?
In caso come vedreste in campo la rosa attuale del napoli con appunto Allegri in panchina?
Tenendo conto che MAksimovic e Hisay, a meno di clamorosi ribaltoni, dovrebbero andar via, quali possibili innesti, parlo di ruoli e non di nomi, sarebbero congeniali a questa causa?
Considerazioni sulla stagione 2020/2021 |#124
Mar 22, 2021 - 8:39 PM hours
Originariamente scritto da ExPoquelin
siamo a -6 dal secondo posto (milan) e -2 dal quarto posto (DEA)

Se riuscissimo a vincere domenica oltre a guadagnare punti sulla roma butterei un occhio proprio al milan e alla dea in quanto questo weekend non hanno partite facili, senza contare le loro fatiche europee,.....infatti sopratutto la DEA rischia a Verona...

Fiorentina - Milan
Verona -Atalanta
Se il napoli riuscisse a vincere allora due pareggi in entrambe le partite, citate sopr, sarebbero già ottimi secondo me. Questa è la mia visione su cui potremmo mangiar punti sto turno.



Apro una parentesi molto molto prematura.... in caso di Champions si vocifera di Allegri in panchina...
Cosa ne pensate?
Potrebbe essere possibile un suo approdo a napoli?
In caso come vedreste in campo la rosa attuale del napoli con appunto Allegri in panchina?
Tenendo conto che MAksimovic e Hisay, a meno di clamorosi ribaltoni, dovrebbero andar via, quali possibili innesti, parlo di ruoli e non di nomi, sarebbero congeniali a questa causa?


Purtroppo nn è andata bene con le rivali ma i tre punti e la prestazione di ieri hanno dato un segnale importante alla lotta Champions, sei punti contro due rivali dirette e senza subire gol
La rosa è quasi al completo e alcuni stanno tornando alla forma ottimale... A questo punto inutile pensare al futuro , perché se arrivassimo in Champions con una serie di partite positive, verrebbe da pensare che allora si poteva veramente fare di più senza le troppe defezioni avute, pur condividendo che Gattuso ha fatto degli errori ma comunque potrebbe anche avere imparato qualcosa da questi errori...
Aspettiamo la fine del campionato e poi si trarranno le giuste conclusioni, ora voglio vedere con la rosa al completo se torniamo quella bella squadra apprezzata nel primo mese e mezzo...

•     •     •

Talent scout per passione
Considerazioni sulla stagione 2020/2021 |#125
Mar 23, 2021 - 3:38 PM hours
Da quando la società ha imposto il silenzio stampa la squadra ha realizzato 13 punti su 15 e nelle ultime due trasferte ha battuto Milan e Roma,ora sosta delle nazionali e poi le ultime 11 con il recupero con la Juve tra Crotone in casa e Sampdoria in trasferta. . daumen-hoch
Considerazioni sulla stagione 2020/2021 |#126
Mar 28, 2021 - 3:54 PM hours
Avevo scritto tempo fa che con l uscita dalle coppe il napoli avrebbe ripreso a macinare. E questo a prescindere da mertens e osimhen i quali non mi pare abbiano dato un grandissimo apporto in questo periodo.
Si, mertens ha giocato bene con la roma ma il napoli si è raddrizzato da un pò più tempo dell ultima partita.
E tutto questo c è da considerarlo al netto del fatto che manca lozano, non uno qualsiasi quindi, da un bel pò.

Questo lo scrivo giusto per far notare che, come sostenevo da un bel pò, non erano le assenze che pesavano, bensì il limite era gattuso che non riusciva a preparare le gare in tre giorni.
Dunque colgo l occasione per rispondere a chi si chiedeva se gattuso avesse imparato qualcosa: No!

Gattuso è sempre lo stesso, ha dei limiti nel preparare le gare ravvicinate. Non ha imparato in un mese, ha semplicemente ritrovato la gara ogni 7 giorni.

Mi dispiace veramente che ci sia ancora il silenzio stampa perchè, dopo le due vittorie con milan e roma, volevo vedere se gattuso andava ai microfoni a dire che erano stati bravi loro oppure, come ha fatto quando ha perso lui, se la vittoria del napoli era solo merito del fatto che milan e roma avevano giocato ogni 3 giorni e lui ogni 7.

Adl non rinnoverà a gattuso. E per fortuna!

il presidente ha capito che questo allenatore non è per stare in europa, è per fare il campionato (un pò come conte). Però a lui di fare bene in campionato perdendo in coppa non gli interessa.
Adl è stato bravo, e molto, ad accordarsi con la juve per rimandare l infrasettimanale. Facendo così ha dato un vantaggio incredibile a gattuso e la roma infatti è insorta. Fonseca però, che è un uomo vero, non ha dato colpe a destra e manca. Si è preso le colpe della sconfitta nonostante sapesse tutto ciò.

In questo ultimo lasso di tempo il napoli ha dovuto giocare in emergenza in difesa (gholam, manolas e rrhamani sono fuori, in più di lorenzo ha dovuto saltare una partita per squalifica) arrivando a giocare qualche partita con 4 difensori contati, uno giusto per ruolo. Emergenza che comunque si è sentita pure in attacco dove lozano è fuori da un bel pò, osimehn non ha i minuti per giocare e mertens non è al meglio.

Gli assenti importanti perciò ci sono anche oggi ma oggi si vince anche con le prime della classe. Un paio di mesi fa si perdeva con le neopromosse.
Sono quindi le assenze o, forse, è altro?
Come ho già ribadito più volte, per me è altro.

Detto questo, come ho già scritto all inizio di questo intervento, il napoli ha ripreso a vincere appena ha ripreso a giocare ogni 7 giorni.
Ora si giocherà la lotta per la champions con milan, atalanta, juve e roma. Dubito la lazio rientri in lizza. Lotito sta cercando di fare i peggio magheggi per non far prendere dei punti di penalizzazione per la porcata che ha fatto con i tamponi. E questo è davvero vergognoso visto che quest anno verrà ricordato solo per il pulman del napoli che non è partito quando c è chi ha fatto di molto peggio passando pure da santarellino. (chiudo la parentesi perchè è meglio)

Io credo che, uscita dalle coppe, l atalanta è, forse, quella messa meglio tra tutte. Insieme ci metto la juve, ancora, perchè comunque è un società molto solida e ha una rosa molto importante se spesa su una sola competizione.

Il milan lo vedo un pò in calo. non so quanto velocemente si riprenderà tornando a giocare anche lui ogni 7 giorni.
La roma invece la vedo dietro a tutti. Un pò per via della rosa che non è al livello delle altre, un pò per gli attuali problemi interni, un pò perchè l el le porterà via energie.
Io poi vorrei capire cosa si aspettavano di fare a roma con quella rosa li. Cacciare fonseca dopo un paio d anni di lavoro per me è un errore.

Ora, tolto ghoulam, al rientro dalle nazionali ci saranno tutti. L obiettivo minimo è il quarto posto anche visto come si sono messe le cose. Queste ultime due giornate hanno dato al napoli un vantaggio impressionante in questa fase della stagione. Io spero che non se lo bruci.

•     •     •


https://www.youtube.com/watch?v=vk5Jg-mAeVY
Considerazioni sulla stagione 2020/2021 |#127
Apr 4, 2021 - 7:05 PM hours
molto difficile capire su chi fare la corsa...a sto punto mi sento di escludere la Dea.

Ad oggi credo che bisognerà fare la corsa su juve e Milan....
..... indifferentemente dall esito del "recupero" Juve-Napoli.
Juve napoli e milan si giocano 3° e 4° posto.

Ho la sensazione che "l odore del sangue" provenga dal milan... ossia la squadra che è più in difficolta mi sembra il milan. Non mi fido di una juve 5a in campionato...

i rossoneri hanno +4 in classifica di contro...mentre la juve ha gli stessi punti nostri....però io farei la corsa sul milan...il milan deve incontrare juve e atalanta. Noi lazio ed inter.
Magari bisogna essere bravi e fare in modo che la Dea non arrivi all'ultima giornata con la sicurezza della matematica x un posto in CL, altrimenti ci può stare che possano essere meno combattivi contro il milan all'ultima giornata...non so il perchè ma Atalanta-Milan secondo sarà una partita determinante.

Poi va beh...prendere 3 gol dal crotone in quel modo è proprio un discorso comico...
quindi, magari era sottinteso, però bisogna sperare di NON prendere 3 gol clamarosi a partita nelle prossime partite...xkè non si può sempre sperare nell'attacco, molto forte a mio avviso, del napoli.

P.S. maskimvic per me è un ottimo giocatore. Ovvio che quest'annata non è andata bene x molti, però l'anno prossimo scommetto due tramezzini tonno e mayonese, che farà un'annata ad altissimi livelli...Lo vedo bene all'everton con Carletto.
Considerazioni sulla stagione 2020/2021 |#128
Apr 8, 2021 - 9:52 AM hours
Originariamente scritto da ExPoquelin
molto difficile capire su chi fare la corsa...a sto punto mi sento di escludere la Dea.

Ad oggi credo che bisognerà fare la corsa su juve e Milan....
..... indifferentemente dall esito del "recupero" Juve-Napoli.
Juve napoli e milan si giocano 3° e 4° posto.

Ho la sensazione che "l odore del sangue" provenga dal milan... ossia la squadra che è più in difficolta mi sembra il milan. Non mi fido di una juve 5a in campionato...

i rossoneri hanno +4 in classifica di contro...mentre la juve ha gli stessi punti nostri....però io farei la corsa sul milan...il milan deve incontrare juve e atalanta. Noi lazio ed inter.
Magari bisogna essere bravi e fare in modo che la Dea non arrivi all'ultima giornata con la sicurezza della matematica x un posto in CL, altrimenti ci può stare che possano essere meno combattivi contro il milan all'ultima giornata...non so il perchè ma Atalanta-Milan secondo sarà una partita determinante.

Poi va beh...prendere 3 gol dal crotone in quel modo è proprio un discorso comico...
quindi, magari era sottinteso, però bisogna sperare di NON prendere 3 gol clamarosi a partita nelle prossime partite...xkè non si può sempre sperare nell'attacco, molto forte a mio avviso, del napoli.

P.S. maskimvic per me è un ottimo giocatore. Ovvio che quest'annata non è andata bene x molti, però l'anno prossimo scommetto due tramezzini tonno e mayonese, che farà un'annata ad altissimi livelli...Lo vedo bene all'everton con Carletto.


Nulla è compromesso, poi per come si era messa la stagione a un certo punto già essere ancora in corsa è una gran cosa. Cercherei sempre di fare pochi calcoli, guardare ai risultati delle altre distrae e rischiamo poi di sfuggire partite abbordabili solo perché non le giochiamo a mente fresca. Sta scena l'ho già vista con Sarri e Benitez.

Credo che Gattuso stia facendo un buon lavoro, ma comunque a scadenza. Non è facile riprendersi da un periodo negativo, tralaltro senza il supporto dei tuoi superiori e di chi lavora attorno a te. Commovente come sta portando avanti la barca, però comunque a fine anno ci si saluta. Una situazione simile a quella di Pioli lo scorso anno, anche quando le cose non andavano bene e la società aveva già opzionato altri, lui ha continuato, e si è ripreso in mano la situazione.
Gattuso non ha il supporto di nessuno, invece. E devo dire che, visti i nomi che circolano ultimamente, non so se è un bene cambiare.

La difesa va ricostruita, per carità, Maksimovic via. Nulla da togliere al Crotone, ma quella partita doveva finire 4-0, il serbo ha responsabilità su tutti e tre i gol, ha giocato veramente a ciapa-no ed è stato il migliore in campo dei calabresi. Poco da dire.
Contento che ieri non giocava titolare, anche se pure Rrahmani mi sembrava abbastanza "svagato", ma io dico, sei una riserva, hai l'opportunità di giocare una partita pure abbastanza importante, ma santa pulenta, mettici almeno un po' di garra, di impegno!
Nella "tier list" del Napoli a tutti gli effetti la priorità va data ad un centrale di difesa.

Io detto sinceramente ho un filo paura, la "potenza di fuoco" dell'attacco l'abbiamo finalmente ritrovata, ma in difesa purtroppo siamo ancora molto fumosi, basta una mezza distrazione e saltano tutti gli schemi, detto sinceramente non sembra manco una squadra di Gattuso.

Come sempre testa alla prossima, cerchiamo di sbagliare il meno possibile, cosa succede dopo si vedrà.

•     •     •

Esperienza è il nome che tutti danno ai loro errori - Oscar Wilde
Considerazioni sulla stagione 2020/2021 |#129
Apr 9, 2021 - 11:47 PM hours
Io non vorrei sembrare insistente, però faccio notare che il napoli, alla prima gara che fa ogni tre giorni, perde malamente con una juve molto, molto, molto modesta.

A me è sembrato palese che il napoli abbia sbagliato a impostare la partita. E' stata sbagliata per l ennesima volta l impostazione tattica. Il primo tempo è stato tutto buttato via e si è mosso qualcosa nel secondo tempo quando sono state buttate dentro tutte le punte disponibili contro una juve che ormai aveva deciso di difendere il 2-0.
se chiellini non fa quella cazzata su osimehn la partita finisce 2-0.

A questo punto c è da dire che il tanto criticato pirlo, in piena emergenza infortuni e disciplinare nello spogliatoio, senza troppe scuse azzecca la gara e vince lo scontro diretto.

il napoli aveva tutti i titolari. Tutti. Mancava solo ghoulam, che tra l altro non c è mai stato. Adesso quindi di chi sarebbe la colpa?

La juve aveva bonucci, demiral, bernardeschi e szczesny fuori. arthur, dybala e mckennie in panchina per motivi di forma/disciplinari.

Esclusi questi già detti, e i titolari schierati, in panchina c era il solo kulusevsky.
Cioè, capiamoci, gattuso sapeva la formazione di pirlo e quindi anche come avrebbe giocato, eppure non è stato in grado in 4 giorni, 4 non 3, di organizzare una strategia di partita che fosse minimamente efficace.

ora io non voglio fare l allenatore, nella vita faccio altro, però, in testa mi frulla questo: al napoli bastava non perdere a torino. il risultato del "ritorno" al napoli gli dava il vantaggio di classifica anche se a pari punti. questo è un vantaggio psicologico. inoltre, la juve era ferita e avrebbe di sicuro provato a fare la partita.
il napoli, inoltre, in rosa c ha osimehn che è uno tra i più letali contropiedisti in circolazione, insieme a lozano.

Dunque, date le premesse, non sarebbe stato meglio giocarsela all inizio con un 4231 stretto, puntando tutto sulla costruzione per lozano e osimehn che scattavano in avanti sostenuti da insigne e zielinski?

magari non sarà stato un bel calcio, però avresti sfinito la juve per farle costruire gioco, avresti sfinito i difensori per farli correre dietro a quei due assatanati e avresti potuto puntare su l incapacità di chiellini (che gioca a sinistra) di poter correre 20-30-50 metri dietro a due gazzelle di vent anni come lozano e osimehn.

tra le altre cose, la juve non aveva nemmeno dc di riserva così come non aveva terzini di riserva. al primo giallo preso da chiellini o alex sandro per un fallo in ripartenza, la gara sarebbe diventata per loro davvero davvero difficile.

invece no.

invece noi abbiamo voluto costruire non si sa cosa, non si sa come, non si sa con quale logica.

dico questo perchè in 60-70 minuti quei due li davanti avrebbero spompato tutti, tanto poi mertens e politano potevano entrare e spaccare la partita.

invece no.

invece abbiamo messo davanti a chiellini, uno di 37 anni quasi, uno di 34 anni quasi. non sia mai che lo avessimo messo in difficoltà.
E la partita l ha invece spaccata dybala.

Pirlo ha azzeccato la partita, ha recuperato il morale e, forse, anche dybala.
Ed ora il napoli tra le quattro pretendenti ai tre posti champions è quella messa peggio.

io chiedo subito scusa per la "leggera" vena polemica di questo commento, però davvero non capisco.
non capisco chi accosta gattuso a sarri quando in realtà, per me, è una brutta copia di ancelotti.
tanti concetti, alcune idee, il modo di utilizzare alcuni giocatori a me sembra lo stesso. di sarri qua c è veramente poco.

qua, quello che mi pare a me, è che intorno a gattuso, sarri, ancelotti e allenatori vari, si sia creata una retorica, un "racconto" che a molto piace portare avanti ma che nulla centra con il calcio giocato.

l unica cosa che accomuna sarri e gattuso e che li contrappone ad ancelotti è il fatto che i primi due hanno i loro cocchi (e giocano quasi solo quelli) mentre il secondo utilizza tutta la rosa.

la differenza tra sarri e gattuso invece è che sarri, anche con i propri cocchi, se non rendevano li panchinava. lo possiamo tranquillamente chiedere a valdifiori. di contro, i giocatori nuovi se rendevano li metteva al centro del progetto. vedere appunto jorginho.

una cosa che invece gattuso non ha, e che invece hanno sia sarri che ancelotti (il secondo molto di più), e che ritroviamo in pirlo, è la capacità di "inventarsi" ruoli per i loro giocatori.
sarri s è inventato mertens punta, ancelotti nemmeno sto qua a dirlo, pirlo ha messo danilo regista (ed è funzionato!) mentre gattuso con petagna, llorente e lozano, non era capace di far giocare uno decentemente da prima punta e c ha rifilato per tre mesi la lagna che non aveva attaccanti.

quando è arrivato gattuso ha fatto spendere più di 20 milioni per lobotka, perchè gli servivano una coppia di giocatori davanti la difesa (lui e demme), ed oggi lo slovacco per lui non è buono nemmeno per giocare un tempo contro il crotone in casa dato che con l ultima in classifica abbiamo dovuto riacciuffare la partita per le penne visto che dopo un ottima prima mezz ora bakayoko, quello che gattuso ha preso in prestito per far marcire l asset di proprietà da 20 e passa milioni (lobotka) in panchina, ha deciso che era il caso di sbagliare di tutto. Forse è riuscito a non mettersi le mutande alla rovescia. Ma di questo non abbiamo evidenze.

Questo è in linea con la gestione del resto della rosa. meret, uno dei migliori talenti degli ultimi anni, tenuto in panchina perchè non sa giocare con i piedi, a mario rui gli è stato rinnovato st estate il contratto per farli guadagnare quasi due milioni l anno ma non se ne danno 2.5 a maksimovic che però se lo contendono lazio e inter. hysaj che non gioca più una partita a destra da non so quanti anni perchè gattuso ha deciso che lui deve fare il terzino bloccato a sinistra, e nel frattempo non gli rinnovano, e se lo contendono roma e milan.
di lorenzo che dopo una partita di riposo è tornato a rendere come un ala. però gattuso di farlo riposare ogni tanto non ci pensa. lui, pur di non far fare una partita hysaj a destra, spompa l ex empli fino allo sfinimento come aveva fatto un paio di mesi fa.

Per farla breve, gattuso non è un allenatore ma è un gestore. non c è un solo singolo giocatore che sia cresciuto o sbocciato in questo anno e mezzo. Lui ha semplicemente messo i giocatori nel loro ruolo, o quantomeno in quello che gattuso vede come il loro ruolo. Quelli che non li riesce a inquadrare li lascia semplicemente fuori, non li vede nemmeno.
questo è un difetto che, come dicevo, aveva anche sarri però, quantomeno, il toscano era bravissimo a far crescere i singoli e con loro la squadra, o se vogliamo era bravo a far crescere i singoli all interno della squadra. solo alla juve non c è riuscito.

Il mio invito conclusivo è, visto che il commento ormai m è scappato polemico e non c ho ne tempo ne voglia di riformularlo in forma politically correct, leggete finchè potete tra le righe e prendete le argomentazioni come tali, non come attacci o come parteggiamenti.

Personalmente sono molto deluso da gattuso, così come non capisco chi lo sostiene e lo vorrebbe ancora sulla panchina del napoli.
Io preferirei di gran lunga o di un gestore di primo profilo, tipo allegri, o, meglio ancora, di un allenatore vero, di uno che fa crescere i singoli e/o la squadra. Anche a costo alla fine di dover passare al 343 di juric.

•     •     •


https://www.youtube.com/watch?v=vk5Jg-mAeVY
Considerazioni sulla stagione 2020/2021 |#130
Apr 10, 2021 - 4:09 PM hours
Originariamente scritto da GlenMattews

Personalmente sono molto deluso da gattuso, così come non capisco chi lo sostiene e lo vorrebbe ancora sulla panchina del napoli.


Io no ... non avevo aspettative su di lui. Se qualcuno si era illuso di averci visto il Messia ... beh, beato lui.

Certo che chiunque lo vorrebbe l'anno prossimo sulla panchina del Napoli, se i nomi che circolano sono Juric, Italiano, addirittura Dionigi dell'Empoli. A uno di questi preferisco mille volte Gattuso. Se si deve cambiare, lo si faccia per qualcuno migliore. Almeno Gattuso qualche panchina tra Champions ed Europa League se l'è fatta, gli altri credo non abbiano mai fatto partite internazionali.

Per la serie "Ripartire da zero è la cosa migliore, ma non sempre", non abbiamo nessun bisogno di fare un ridimensionamento, lottavamo per lo Scudetto ed eravamo in Champions tutti gli anni, ad oggi già dobbiamo considerare oro un quarto posto e fare l'Europa League, quindi credo che in questi termini il "ridimensionamento" c'è già stato.

•     •     •

Esperienza è il nome che tutti danno ai loro errori - Oscar Wilde

This contribution was last edited by Angiolo007 on Apr 10, 2021 at 4:11 PM hours
Considerazioni sulla stagione 2020/2021 |#131
May 3, 2021 - 12:08 PM hours
Vorrei fare un po' di considerazioni sparse, le faccio oggi, anche perché dopo un risultato meno bello del solito (almeno a me) escono meglio. Anche per ravvivare il topic che è fermo da quasi un mesetto.

Per quanto riguarda la stagione: non vedo ancora definitivamente compromesso il 4° posto, nonostante il pareggio di ieri ci abbia fatto perdere un po' di vantaggio accumulato. Tra le concorrenti sono contro il Milan abbiamo gli scontri diretti a sfavore, il che vuol dire, in caso di parità di punti, che saremo almeno davanti a 3 squadre.

L'altra cosa che voglio dire: in stagione abbiamo accumulato 9 sconfitte e le nostre dirette concorrenti ne hanno di meno. Questo non deve pregiudicare il raggiungimento dell'obiettivo, ma che poi se succede non si urli a furor di popolo che è stata una stagione fallimentare. Anche perché la sconfitta della Roma ieri sera rende aritmetica la nostra presenza ad una delle due massime competizioni europee l'anno prossimo (per il 12° anno di fila) e visto come si era messa la situazione a febbraio, non era mica così scontato. Credo che un "obiettivo", seppur minimalissimo, è stato raggiunto.

Sulla partita di ieri, posso anche dire che dopo tante vittorie nell'ultimo periodo una frizione ci può stare, assolutamente, ovviamente dispiace per come sia maturato il pareggio, in una partita dominata fino al 90' (eccezion fatta per i minuti di recupero, e ti pareva).

La prima considerazione è sulla gestione societaria dei giocatori in scadenza: pessima, purtroppo. Maksimovic e Hysaj da quando sono diventati free-agent non hanno più giocato una partita buona. Indicativo come su 10/11 clean sheet del Napoli solo in 2 occasioni ha giocato Maksimovic. Imperdonabile ieri la leggerezza di Hysaj, a parte la distrazione che ha portato al gol ha giocato veramente con troppa sufficienza. E da un po' di tempo a questa parte. Capisco la volontà di andare altrove, e il fatto che la società un po' sta mettendo i bastoni tra le ruote, ma finché sei sotto contratto lo devi onorare fino all'ultimo giorno.
Quando il rinnovo presenta complicazioni è perché la volontà delle parti in causa non c'è, e allora si deve avere il coraggio di mettere un punto fermo, quei due andavano messi fuori rosa a gennaio.

La seconda: ma questo VAR come funziona? Perché in certe situazioni può intervenire e in altre no? Va bene che un mezzo contatto c'è, però di lievissima entità, Osimhen allunga poco poco il braccio in un movimento del tutto naturale e Godin accentua di molto la caduta. A me pareva tutto regolare. L'ennesimo "sbaglio in buona fede" del signor Mazzoleni, lo stesso che ha arbitrato la Supercoppa a Pechino, delle due espulsioni di Koulibaly (quella famosa partita a Firenze l'ha arbitrata lui, e quell'altra contro l'Inter) a cui inizialmente aveva assegnato il giallo (lì sì che è andato a vedere il VAR), e che ieri era l'addetto al VAR, per l'appunto. Lo stesso che un anno fa disse "Bonucci il capitano con cui ho i migliori rapporti umani, Hamsik il più insopportabile e rompiscatole". Eh no, ste cose non vanno bene, ne ha dette e fatte troppe e ancora continua a fare quel lavoro, da tifoso sinceramente ne ho pieni i silent.

Per chiosare, complimenti all'Inter che ha vinto lo Scudetto dopo 9 anni di dominio bianconero. Hanno iniziato un progetto su basi solide, con delle spese mirate e ben ripagate, hanno costruito tanto per essere i più forti e, come si dice in questi casi, è giusto così.
Il giorno che pure AdL investirà per il centro sportivo e troverà un colosso finanziario che lo sponsorizza (anche senza l'allenatore da 12 milioni, dai) forse vedremo un campionato bello ed equilibrato da settembre a maggio?

•     •     •

Esperienza è il nome che tutti danno ai loro errori - Oscar Wilde
Considerazioni sulla stagione 2020/2021 |#132
May 4, 2021 - 12:06 AM hours
Originariamente scritto da Angiolo007
Vorrei fare un po' di considerazioni sparse, le faccio oggi, anche perché dopo un risultato meno bello del solito (almeno a me) escono meglio. Anche per ravvivare il topic che è fermo da quasi un mesetto.

Per quanto riguarda la stagione: non vedo ancora definitivamente compromesso il 4° posto, nonostante il pareggio di ieri ci abbia fatto perdere un po' di vantaggio accumulato. Tra le concorrenti sono contro il Milan abbiamo gli scontri diretti a sfavore, il che vuol dire, in caso di parità di punti, che saremo almeno davanti a 3 squadre.

L'altra cosa che voglio dire: in stagione abbiamo accumulato 9 sconfitte e le nostre dirette concorrenti ne hanno di meno. Questo non deve pregiudicare il raggiungimento dell'obiettivo, ma che poi se succede non si urli a furor di popolo che è stata una stagione fallimentare. Anche perché la sconfitta della Roma ieri sera rende aritmetica la nostra presenza ad una delle due massime competizioni europee l'anno prossimo (per il 12° anno di fila) e visto come si era messa la situazione a febbraio, non era mica così scontato. Credo che un "obiettivo", seppur minimalissimo, è stato raggiunto.

Sulla partita di ieri, posso anche dire che dopo tante vittorie nell'ultimo periodo una frizione ci può stare, assolutamente, ovviamente dispiace per come sia maturato il pareggio, in una partita dominata fino al 90' (eccezion fatta per i minuti di recupero, e ti pareva).

La prima considerazione è sulla gestione societaria dei giocatori in scadenza: pessima, purtroppo. Maksimovic e Hysaj da quando sono diventati free-agent non hanno più giocato una partita buona. Indicativo come su 10/11 clean sheet del Napoli solo in 2 occasioni ha giocato Maksimovic. Imperdonabile ieri la leggerezza di Hysaj, a parte la distrazione che ha portato al gol ha giocato veramente con troppa sufficienza. E da un po' di tempo a questa parte. Capisco la volontà di andare altrove, e il fatto che la società un po' sta mettendo i bastoni tra le ruote, ma finché sei sotto contratto lo devi onorare fino all'ultimo giorno.
Quando il rinnovo presenta complicazioni è perché la volontà delle parti in causa non c'è, e allora si deve avere il coraggio di mettere un punto fermo, quei due andavano messi fuori rosa a gennaio.

La seconda: ma questo VAR come funziona? Perché in certe situazioni può intervenire e in altre no? Va bene che un mezzo contatto c'è, però di lievissima entità, Osimhen allunga poco poco il braccio in un movimento del tutto naturale e Godin accentua di molto la caduta. A me pareva tutto regolare. L'ennesimo "sbaglio in buona fede" del signor Mazzoleni, lo stesso che ha arbitrato la Supercoppa a Pechino, delle due espulsioni di Koulibaly (quella famosa partita a Firenze l'ha arbitrata lui, e quell'altra contro l'Inter) a cui inizialmente aveva assegnato il giallo (lì sì che è andato a vedere il VAR), e che ieri era l'addetto al VAR, per l'appunto. Lo stesso che un anno fa disse "Bonucci il capitano con cui ho i migliori rapporti umani, Hamsik il più insopportabile e rompiscatole". Eh no, ste cose non vanno bene, ne ha dette e fatte troppe e ancora continua a fare quel lavoro, da tifoso sinceramente ne ho pieni i silent.

Per chiosare, complimenti all'Inter che ha vinto lo Scudetto dopo 9 anni di dominio bianconero. Hanno iniziato un progetto su basi solide, con delle spese mirate e ben ripagate, hanno costruito tanto per essere i più forti e, come si dice in questi casi, è giusto così.
Il giorno che pure AdL investirà per il centro sportivo e troverà un colosso finanziario che lo sponsorizza (anche senza l'allenatore da 12 milioni, dai) forse vedremo un campionato bello ed equilibrato da settembre a maggio?


Ti rispondo in ordine.

Dopo che in estate erano stati spesi 70 milioni per uno dei giovani attaccanti più forti in circolazione, si era rinnovato a mertens alle cifre che voleva lui, si era portato petagna a napoli come riserva, si era tenuto koulibaly e si era preso bakayoko, nessuno dava il napoli al 5° posto.
Quindi il 5°posto è un fallimento perchè le stesse assenze che il napoli ha avuto nei due tre mesi centrali, gli altri ce li hanno ora o ce li hanno avuti prima.

Le scuse dunque stanno a zero.

La partita di ieri non è stato un caso isolato ma è in continuità con il periodo precedente. Mi spiego: il napoli ogni partita concede qualcosa, si addormenta, fa qualche cazzata. Basti pensare ai due gol presi a partita chiusissima con la lazio, o al crotone che ci aveva rimontato tre gol. Anche nelle partite che abbiamo chiuso a reti inviolate ci sono state molte situazioni in cui non si è preso gol o perchè il portiere ha fatto un miracolo, oppure perchè l attaccante avversario s è mangiato un gol davanti la porta.
Quando poi affronti una squadra forte davvero, quei gol non li sbaglia. Qui noi ci si monta la testa per i risultati contro squadrette, poi ci si sveglia con una doccia gelata quando poi si fa a giocare le partite che contano davvero.

Diciamocelo chiaro, se non era per i 2-3 miracoli di meret ieri il napoli avrebbe perso. A forza di fare cazzate, alla fine il gol l hanno preso.

Sul discorso gestione contratti, la società sicuramente poteva fare meglio ma poteva fare anche molto peggio. maksimovic e hysaj sono due panchinari che stavano chiedendo stipendi da titolari. il napoli senza champions non se li può permettere quegli stipendi a chi sta in panchina.
ma vi pare normale che hysaj da panchinaro chieda quasi il doppio di di lorenzo che è titolare?
adl deve far capire che napoli non è il paese dei balocchi. la juventus per far contenti i capricci di tutti oggi si ritrova coi buchi di bilancio enormi.
se il prezzo per spezzare la catena prima che tutti inizino a chiedere i superstipendi è quello di perdere hysaj e maksimovic, che se ne vadano a zero. Vedrai come gli altri ci penseranno due volte prima di andare a chiedere stipendi da top player.
se ne andranno a zero? bene, i rimpiazzi ci sono già. il napoli ha rrhamani e malcuit sotto contratto.
un anno fa esatto si pensava che callejon fosse insostituibile. oggi sappiamo che la coppia politano-lozano è due spanne sopra.
un anno fa si pensava che senza mertens il napoli non avrebbe potuto sopravvivere. oggi sappiamo che osimehn è una forza della natura e che alle sue spalle zielinski è un fenomeno.
quindi, e qua continuo a ripetere quello che dico da più di un anno: che se ne vadano chi se ne deve andare. ci sono ottimi giovani in rosa che faranno sicuramente meglio.

sul var c è poco da dire. ripeto quello che ho già detto: zero scuse! la partita l ha persa il napoli. pareggiare in casa senza joao pedro, rog e marin è imbarazzante.
Prima erano le assenze, ora gli arbitri e il var, domani quale sarà la scusa?

Infine, i complimenti all inter glieli faccio pure io però c è da dire che sono stati gli unici ad aver fatto una stagione seria almeno in italia. a metà stagione, quando conte fu eliminato dalla champions, già si parlava di fallimento. oggi lo si incensa come il nuovo salvatore. A me qualche dubbio rimane.
Io vorrei vedere come andrà la prossima stagione quando per forza di cose si dovrà puntare molto anche sull europa e non basterà fare ancora all in in campionato, anche perchè è facile che il prossimo anno non sia di nuovo la sola squadra ad avere un minimo di costanza.

•     •     •


https://www.youtube.com/watch?v=vk5Jg-mAeVY
Considerazioni sulla stagione 2020/2021 |#133
May 4, 2021 - 8:26 AM hours
Originariamente scritto da GlenMattews
Originariamente scritto da Angiolo007

Vorrei fare un po' di considerazioni sparse, le faccio oggi, anche perché dopo un risultato meno bello del solito (almeno a me) escono meglio. Anche per ravvivare il topic che è fermo da quasi un mesetto.

Per quanto riguarda la stagione: non vedo ancora definitivamente compromesso il 4° posto, nonostante il pareggio di ieri ci abbia fatto perdere un po' di vantaggio accumulato. Tra le concorrenti sono contro il Milan abbiamo gli scontri diretti a sfavore, il che vuol dire, in caso di parità di punti, che saremo almeno davanti a 3 squadre.

L'altra cosa che voglio dire: in stagione abbiamo accumulato 9 sconfitte e le nostre dirette concorrenti ne hanno di meno. Questo non deve pregiudicare il raggiungimento dell'obiettivo, ma che poi se succede non si urli a furor di popolo che è stata una stagione fallimentare. Anche perché la sconfitta della Roma ieri sera rende aritmetica la nostra presenza ad una delle due massime competizioni europee l'anno prossimo (per il 12° anno di fila) e visto come si era messa la situazione a febbraio, non era mica così scontato. Credo che un "obiettivo", seppur minimalissimo, è stato raggiunto.

Sulla partita di ieri, posso anche dire che dopo tante vittorie nell'ultimo periodo una frizione ci può stare, assolutamente, ovviamente dispiace per come sia maturato il pareggio, in una partita dominata fino al 90' (eccezion fatta per i minuti di recupero, e ti pareva).

La prima considerazione è sulla gestione societaria dei giocatori in scadenza: pessima, purtroppo. Maksimovic e Hysaj da quando sono diventati free-agent non hanno più giocato una partita buona. Indicativo come su 10/11 clean sheet del Napoli solo in 2 occasioni ha giocato Maksimovic. Imperdonabile ieri la leggerezza di Hysaj, a parte la distrazione che ha portato al gol ha giocato veramente con troppa sufficienza. E da un po' di tempo a questa parte. Capisco la volontà di andare altrove, e il fatto che la società un po' sta mettendo i bastoni tra le ruote, ma finché sei sotto contratto lo devi onorare fino all'ultimo giorno.
Quando il rinnovo presenta complicazioni è perché la volontà delle parti in causa non c'è, e allora si deve avere il coraggio di mettere un punto fermo, quei due andavano messi fuori rosa a gennaio.

La seconda: ma questo VAR come funziona? Perché in certe situazioni può intervenire e in altre no? Va bene che un mezzo contatto c'è, però di lievissima entità, Osimhen allunga poco poco il braccio in un movimento del tutto naturale e Godin accentua di molto la caduta. A me pareva tutto regolare. L'ennesimo "sbaglio in buona fede" del signor Mazzoleni, lo stesso che ha arbitrato la Supercoppa a Pechino, delle due espulsioni di Koulibaly (quella famosa partita a Firenze l'ha arbitrata lui, e quell'altra contro l'Inter) a cui inizialmente aveva assegnato il giallo (lì sì che è andato a vedere il VAR), e che ieri era l'addetto al VAR, per l'appunto. Lo stesso che un anno fa disse "Bonucci il capitano con cui ho i migliori rapporti umani, Hamsik il più insopportabile e rompiscatole". Eh no, ste cose non vanno bene, ne ha dette e fatte troppe e ancora continua a fare quel lavoro, da tifoso sinceramente ne ho pieni i silent.

Per chiosare, complimenti all'Inter che ha vinto lo Scudetto dopo 9 anni di dominio bianconero. Hanno iniziato un progetto su basi solide, con delle spese mirate e ben ripagate, hanno costruito tanto per essere i più forti e, come si dice in questi casi, è giusto così.
Il giorno che pure AdL investirà per il centro sportivo e troverà un colosso finanziario che lo sponsorizza (anche senza l'allenatore da 12 milioni, dai) forse vedremo un campionato bello ed equilibrato da settembre a maggio?


Ti rispondo in ordine.

Dopo che in estate erano stati spesi 70 milioni per uno dei giovani attaccanti più forti in circolazione, si era rinnovato a mertens alle cifre che voleva lui, si era portato petagna a napoli come riserva, si era tenuto koulibaly e si era preso bakayoko, nessuno dava il napoli al 5° posto.
Quindi il 5°posto è un fallimento perchè le stesse assenze che il napoli ha avuto nei due tre mesi centrali, gli altri ce li hanno ora o ce li hanno avuti prima.

Le scuse dunque stanno a zero.

La partita di ieri non è stato un caso isolato ma è in continuità con il periodo precedente. Mi spiego: il napoli ogni partita concede qualcosa, si addormenta, fa qualche cazzata. Basti pensare ai due gol presi a partita chiusissima con la lazio, o al crotone che ci aveva rimontato tre gol. Anche nelle partite che abbiamo chiuso a reti inviolate ci sono state molte situazioni in cui non si è preso gol o perchè il portiere ha fatto un miracolo, oppure perchè l attaccante avversario s è mangiato un gol davanti la porta.
Quando poi affronti una squadra forte davvero, quei gol non li sbaglia. Qui noi ci si monta la testa per i risultati contro squadrette, poi ci si sveglia con una doccia gelata quando poi si fa a giocare le partite che contano davvero.

Diciamocelo chiaro, se non era per i 2-3 miracoli di meret ieri il napoli avrebbe perso. A forza di fare cazzate, alla fine il gol l hanno preso.

Sul discorso gestione contratti, la società sicuramente poteva fare meglio ma poteva fare anche molto peggio. maksimovic e hysaj sono due panchinari che stavano chiedendo stipendi da titolari. il napoli senza champions non se li può permettere quegli stipendi a chi sta in panchina.
ma vi pare normale che hysaj da panchinaro chieda quasi il doppio di di lorenzo che è titolare?
adl deve far capire che napoli non è il paese dei balocchi. la juventus per far contenti i capricci di tutti oggi si ritrova coi buchi di bilancio enormi.
se il prezzo per spezzare la catena prima che tutti inizino a chiedere i superstipendi è quello di perdere hysaj e maksimovic, che se ne vadano a zero. Vedrai come gli altri ci penseranno due volte prima di andare a chiedere stipendi da top player.
se ne andranno a zero? bene, i rimpiazzi ci sono già. il napoli ha rrhamani e malcuit sotto contratto.
un anno fa esatto si pensava che callejon fosse insostituibile. oggi sappiamo che la coppia politano-lozano è due spanne sopra.
un anno fa si pensava che senza mertens il napoli non avrebbe potuto sopravvivere. oggi sappiamo che osimehn è una forza della natura e che alle sue spalle zielinski è un fenomeno.
quindi, e qua continuo a ripetere quello che dico da più di un anno: che se ne vadano chi se ne deve andare. ci sono ottimi giovani in rosa che faranno sicuramente meglio.

sul var c è poco da dire. ripeto quello che ho già detto: zero scuse! la partita l ha persa il napoli. pareggiare in casa senza joao pedro, rog e marin è imbarazzante.
Prima erano le assenze, ora gli arbitri e il var, domani quale sarà la scusa?

Infine, i complimenti all inter glieli faccio pure io però c è da dire che sono stati gli unici ad aver fatto una stagione seria almeno in italia. a metà stagione, quando conte fu eliminato dalla champions, già si parlava di fallimento. oggi lo si incensa come il nuovo salvatore. A me qualche dubbio rimane.
Io vorrei vedere come andrà la prossima stagione quando per forza di cose si dovrà puntare molto anche sull europa e non basterà fare ancora all in in campionato, anche perchè è facile che il prossimo anno non sia di nuovo la sola squadra ad avere un minimo di costanza.


condivido il tuo pensiero e infatti domenica l'ho esternato su facebook a chi si lamentava del var della juve ecc... col Cagliari non puoi farti fare un gol così da polli, soprattutto nella giornata in cui Meret ti aveva già salvato 2 volte... manca un minuto, tutti dietro a questo punto e invece...
Poi vabbè i cambi di Gattuso sbagliati e quel smettere di giocare insensato manco stessimo giocando contro il Real... si giocava contro una squadra che ha preso 56 gol e noi fatti 73... bah...

Comunque "basta" vincerle tutte e siamo per forza di cose matematicamente in Champion's... quindi sotto con le ultime 4 che sono tutte fattibilissime sulla carta, niente alibi, siamo nettamente più forti e dobbiamo dimostrarlo, altrimenti è giusto che non ci si vada in CL

•     •     •

Talent scout per passione
Considerazioni sulla stagione 2020/2021 |#134
May 4, 2021 - 4:04 PM hours
@GlenMattews @LR_21

Sul fatto che la partita andava chiusa prima sì, su questo sono d’accordo, certo non si può stare per 90 minuti sul filo e poi staccare, questo si paga caro.
Dove non sono d’accordo è che l’avremmo persa comunque, quello no, Demme ha preso una traversa, Zielinski ha tirato alto di pochissimo, Osimhen oltre al gol fatto non so quanti altri se ne sia mangiato (il più eclatante il colpo di testa da centro area che Cragno copriva l’altro palo, se centrava lo specchio era gol sicurissimo), quel che voglio dire è che all’80’ potevamo stare pure 4-0 tranquillamente. E lì ci sta prendere la disattenzione.
Il fatto è che quel gol di Osimhen era regolarissimo, non è una scusa, ma se al 55’ eravamo sul 2-0 forse la gestione del risultato sarebbe stata un filino più tranquilla, non dico assai.

Sulle aspettative della squadra, ma dopo un anno in cui siamo arrivati 7^ (cioè, sapete che vuol dire, che se non vincevamo la Coppa Italia manco alle competizioni europee andavamo?), con un allenatore in bilico, con contratti a scadenza mai rinnovati, ma dico io, si poteva pensare di iniziare un ciclo vincente? A ben vedere la distanza con chi ci ha preceduto (sideralmente) lo scorso anno la stiamo colmando.

E poi che sintonia c’è tra allenatore e società? La situazione si è già “consumata” e a fine anno sarà addio certo. Imputo a Gattuso aver temporeggiato quando il rinnovo di contratto era già bello e pronto da firmare (dicendo che non era la priorità in quel momento), a DeLa aver levato il supporto a Gattuso nel momento più difficile.
Con Mourinho alla Roma si screma un po’ la lista dei possibili candidati, si è parlato di Juric, De Zerbi, Italiano, Spalletti, Galtier, Dionisi, e ci sono stati contatti per Fonseca, Inzaghi e Gasperini. Io ci credo poco e secondo me nessuno di questi è mai stato vicino alla panchina del Napoli neanche di striscio. Da come lo conosco io AdL c’ha due pallini fissi: Allegri o Sarri. Tutti gli altri nomi sono voci e alcune, secondo me, pure create ad arte.
La telenovela continua.

Io non capisco chi, dopo ogni calciomercato, dice “è il Napoli più completo ed attrezzato degli ultimi ... anni”, solo per un investimento record o un colpo di mercato, lo hai detto tu, abbiamo acquistato Osimhen, uno che ha ancora tutto da dimostrare, non Aguero, tutto questo sacrificando Milik (che sicuramente non è un top ma nell’immediato vale il doppio del nigeriano), prendendo Bakayoko e lasciando partire Allan, io il passo avanti nella qualità della rosa, a dirla tutta, non lo vedo. Al più è stato “valorizzato” Zielinski. Forse Politano. Quindi neanche “giovani promettenti”, ma calciatori già formati.

Quello che vuole dire tutto lo sproloquio: se la rosa non è migliorata molto, la situazione societaria è ancora intricata, è tutto questo venendo da un settimo posto, su che basi è stata sparata la pretesa di dover arrivare per forza oltre il quarto posto sennò è fallimento?

•     •     •

Esperienza è il nome che tutti danno ai loro errori - Oscar Wilde
Considerazioni sulla stagione 2020/2021 |#135
May 4, 2021 - 5:03 PM hours
Originariamente scritto da Angiolo007
@GlenMattews @LR_21




Io non capisco chi, dopo ogni calciomercato, dice “è il Napoli più completo ed attrezzato degli ultimi ... anni”, solo per un investimento record o un colpo di mercato, lo hai detto tu, abbiamo acquistato Osimhen, uno che ha ancora tutto da dimostrare, non Aguero, tutto questo sacrificando Milik (che sicuramente non è un top ma nell’immediato vale il doppio del nigeriano), prendendo Bakayoko e lasciando partire Allan, io il passo avanti nella qualità della rosa, a dirla tutta, non lo vedo. Al più è stato “valorizzato” Zielinski. Forse Politano. Quindi neanche “giovani promettenti”, ma calciatori già formati.

Quello che vuole dire tutto lo sproloquio: se la rosa non è migliorata molto, la situazione societaria è ancora intricata, è tutto questo venendo da un settimo posto, su che basi è stata sparata la pretesa di dover arrivare per forza oltre il quarto posto sennò è fallimento?


Milik non dava garanzie fisiche e cmq ha sulla coscienza tanti gol sbagliati nelle partite più importanti del Napoli...
Poi sicuramente un centrocampo Allan Jorginho Hamsik non lo ritroverai facilmente né a Napoli né altrove, averne tre bravi e che si integrano alla perfezione è dura, guarda la Juve che fine ha fatto da quando aveva Pirlo Pogba Vidal e Marchisio panchinaro... MA... la rosa è completa (tranne a sx da quando Ghoulam non è più tornato quello di un tempo) se consideri che hai due giocatori x ruolo quasi tutti affidabili come i titolari... Prima callejon doveva giocarle tt xké nn sapevi chi mettere... Uguale Hamsik e Jorginho... Ora sei molto competitivo fra titolari e riserve... e a mio avviso basterebbe un cazzo di terzino sx forte e un grande centrocampista che ti possa fare giocare sia a due che a tre...
Più ovviamente le sostituzioni dei due parametri zero....

•     •     •

Talent scout per passione
Considerazioni sulla stagione 2020/2021 |#136
May 5, 2021 - 9:22 AM hours
Originariamente scritto da Angiolo007
@GlenMattews @LR_21

Sul fatto che la partita andava chiusa prima sì, su questo sono d’accordo, certo non si può stare per 90 minuti sul filo e poi staccare, questo si paga caro.
Dove non sono d’accordo è che l’avremmo persa comunque, quello no, Demme ha preso una traversa, Zielinski ha tirato alto di pochissimo, Osimhen oltre al gol fatto non so quanti altri se ne sia mangiato (il più eclatante il colpo di testa da centro area che Cragno copriva l’altro palo, se centrava lo specchio era gol sicurissimo), quel che voglio dire è che all’80’ potevamo stare pure 4-0 tranquillamente. E lì ci sta prendere la disattenzione.
Il fatto è che quel gol di Osimhen era regolarissimo, non è una scusa, ma se al 55’ eravamo sul 2-0 forse la gestione del risultato sarebbe stata un filino più tranquilla, non dico assai.

Sulle aspettative della squadra, ma dopo un anno in cui siamo arrivati 7^ (cioè, sapete che vuol dire, che se non vincevamo la Coppa Italia manco alle competizioni europee andavamo?), con un allenatore in bilico, con contratti a scadenza mai rinnovati, ma dico io, si poteva pensare di iniziare un ciclo vincente? A ben vedere la distanza con chi ci ha preceduto (sideralmente) lo scorso anno la stiamo colmando.

E poi che sintonia c’è tra allenatore e società? La situazione si è già “consumata” e a fine anno sarà addio certo. Imputo a Gattuso aver temporeggiato quando il rinnovo di contratto era già bello e pronto da firmare (dicendo che non era la priorità in quel momento), a DeLa aver levato il supporto a Gattuso nel momento più difficile.
Con Mourinho alla Roma si screma un po’ la lista dei possibili candidati, si è parlato di Juric, De Zerbi, Italiano, Spalletti, Galtier, Dionisi, e ci sono stati contatti per Fonseca, Inzaghi e Gasperini. Io ci credo poco e secondo me nessuno di questi è mai stato vicino alla panchina del Napoli neanche di striscio. Da come lo conosco io AdL c’ha due pallini fissi: Allegri o Sarri. Tutti gli altri nomi sono voci e alcune, secondo me, pure create ad arte.
La telenovela continua.

Io non capisco chi, dopo ogni calciomercato, dice “è il Napoli più completo ed attrezzato degli ultimi ... anni”, solo per un investimento record o un colpo di mercato, lo hai detto tu, abbiamo acquistato Osimhen, uno che ha ancora tutto da dimostrare, non Aguero, tutto questo sacrificando Milik (che sicuramente non è un top ma nell’immediato vale il doppio del nigeriano), prendendo Bakayoko e lasciando partire Allan, io il passo avanti nella qualità della rosa, a dirla tutta, non lo vedo. Al più è stato “valorizzato” Zielinski. Forse Politano. Quindi neanche “giovani promettenti”, ma calciatori già formati.

Quello che vuole dire tutto lo sproloquio: se la rosa non è migliorata molto, la situazione societaria è ancora intricata, è tutto questo venendo da un settimo posto, su che basi è stata sparata la pretesa di dover arrivare per forza oltre il quarto posto sennò è fallimento?


Rispondo in ordine.

Se è fuori è fuori, se è palo è palo, se è fallo è fallo. Contano i gol per il risultato.
Quello su osimehn è un fallo che si poteva dare come non dare. L ha dato. Fine della storia.

Io ti potrei dire che se meret non faceva quei due miracoli la partita, anche con il gol di osimehn valido, l avremmo persa 3-2. Quindi poche chiacchiere.

Se tu concedi tre occasioni al cagliari senza il suo miglior attaccante, joao pedro, in casa tua mentre lotti per la champions e hai tutti, e sottolineo tutti, i giocatori disponibili, allora il problema non può e non deve essere l arbitro.
Qua si stanno cercando degli alibi quando ormai non ce ne sono più!

il settimo posto dell anno scoro è un unicum, così come lo è stato il quinto posto (sesto?) del secondo anno di benitez. il napoli sono ormai quasi dieci anni che orbita in zona champions ed è li che deve finire. quello è il suo obiettivo e ha i mezzi e l organico per farlo.
se ci portava in champions mazzarri con campagnaro, cannavaro e grava, è impensabile che con koulibaly e manolas non ci vai.
tolto lo scorso anno che c è stata una crisi interna per la partenza di due colonne come albiol e hamsik (il capitano), gli ultimi anni il napoli è sempre stato la prima antagonista della juve.
se a quell organico tolgo milik, che è mancato per gran parte del tempo in cui si facevano quei risultati, e metto uno dei migliori giovani attaccanti in circolazione, tu devi fare meglio perchè la rosa quella è.
Su questo c è poco da dire.

l inter ha vinto lo scudetto con in panchina in attacco sanchez, che è un fantasma da anni. llorente, che noi avevamo come quarta scelta (per un posto solo da attaccante!) è molto meglio come resa e affidabilità, anche se più vecchio.
l inter ha in panchina ranocchia come primo panchinaro. noi abbiamo maksimovic e rrhamani che in confronto sono due palloni d oro. solo che ranocchia è il primo panchinaro per tre posti, questi due slavi che abbiamo sono due per due posti. un pò cambia no?
devo continuare?
per noi è stato un calvario sostituire un attaccante quando avevamo in rosa petagna e llorente. sembrava che il napoli fosse costretto a giocare con una gamba sola. conte, per quanto non mi piace, ha fatto filare quelli che aveva.
benitez aveva davanti la difesa david lopez come titolare, ed ha comunque sfiorato anche il secondo anno la champions (e mi pare che li fosse per i primi tre). gattuso ha bakayoko, demme e lobotka. tre ce ne ha per uno che ha lasciato partire, allan.
ma quanti giocatori gli servono a sto allenatore per coprire un ruolo? dieci?

gattuso c ha un modo solo di giocare. quello che oggi fa osimehn prima lo faceva lozano (che è poi il motivo per cui ancelotti lo ha preso e lo voleva far giocare seconda punta). infatti ora che che c è osimehn, lozano non rende più come prima.
perchè? perchè gattuso non ha trovato soluzioni a sta convivenza.
con petagna (e c ha messo un mese per arrivarci) sto lavoro lo faceva fare anche a insigne. che è quello di puntare lo spazio.

questo è il motivo per cui gattuso se ne va, perchè non ha reso per le aspettative. non ha reso per la squadra. se tu dai questa squadra ad allegri, ti ci vince il campionato. Domani.
chi arriva non lo so. sembrano ormai esserci grandi nomi dopo l arrivo di mourinho. si parla del ritorno di allegri alla juve, conte all inter e mourinho già alla roma. il prossimo anno se non si mette uno bravo su sta panchina si rischia nuovamente di rimanere fuori dall europa che conta. e non deve succedere perchè sarebbe il terzo anno se si fallisce anche questo.

Sul discorso rosa, che già avevo iniziato sopra in qualche punto, dico solo questo:

ospina
di lorenzo, manolas, koulibaly, mario rui
demme, fabian ruiz
lozano, zielinski, insigne
osimehn

meret
hysaj, maksimovic, rrhamani, ghoulam
bakayoko, lobotka
politano, mertens, elmas
petangna

la seconda squadra lotta tranquillamente per l europa league. magari un gasperini ti ci va pure in champions.
la seconda squadra è più forte sia della prima squadra che aveva mazzarri (non fermiamoci ai tre tenori, guardiamo pure dietro chi c era), che alla prima che aveva benitez e anche alla prima squadra del primo anno di sarri.
poi quest organico è cresciuto, grazie al lavoro di diversi allenatori.

koulibaly non era nessuno, lo stesso mertens, ghoulam e così via.

gattuso non saprei chi ha fatto crescere.
meret è involuto. di lorenzo, manolas e koulibaly uguale; hysaj è diventato inguardabile; mario rui è un fantasma, non gioca più; bakayoko, preso da lui, non è affidabile; lobotka, preso da lui appena arrivato, non ha mai nemmeno giocato; elmas non è più cresciuto; fabian ruiz è involuto; mertens gioca solo a sprazzi; petagna e llorente sono finiti su "chi l ha visto"; maksimovic ormai fa da soprammobile (e non ha mai nemmeno sfiorato i livelli di ancelotti) mentre rrhamani non è praticamente mai stato inserito in squadra.

chi rimane dunque?
ospina che rende quello che rendeva come secondo già prima; insigne che è lo stesso di sempre; politano idem; zielinski che è solo stato spostato venti metri più avanti (e per questo fa quache gol in più) sennà è nella traiettoria della sue evoluzione da anni. ha solo trovato continuità e titolarità con la partenza di hamsik.
osimehn e lozano sono sbocciati ma io non so se è per merito di gattuso o perchè si sono ambientati.

io con gattuso vedo che i giocatori in crescita sono quelli la cui traiettoria di evoluzione già era partita. non ha tirato fuori nessuno da zero. non si è inventato un mertens prima punta o un maksimovic e luperto terzini.
il massimo dell azzardo è stato mettere hysaj a sinistra. e non mi pare stia pagando.

la maggior parte delle partite le risolvono i singoli e il fatto che c è davvero troppa qualità in campo per pareggiare o perdere. come è successo con il crotone.

dico questo perchè la squadra lo segue, lui non ha avuto i problemi di ancelotti. la squadra gli sta dietro come a mazzarri e sarri. non ha avuto problemi come benitez.
benitez c ha portato in semifinale di europa league. ancelotti a vincere contro i campioni d europa. questo finchè li hanno seguiti.
gattuso ci ha si dato una coppa italia, però poi quest anno non è stato un granchè.
io l europa league l accetto, ci mancherebbe. però devi avere a disposizione la seconda formazione che ha scritto, quella delle riserve, non la prima. Capirai poi se le hai tutte e due.

il limite di gattuso è stato quello di non essere riuscito ad allenare 23 giocatori. lui ne ha allenati 13/14. i panchinari non sanno cosa fare in campo. vedi lozano che come è uscito dal giro è diventato un fantasma. lo stesso per bakayoko. idem per mario rui, meret e via dicendo.

io presidente, che te li do a fare 23 giocatori di livello se poi te me ne utilizzi la metà e il resto me lo svaluti?
a sto punto ti do 13/14 giocatori forti e una decina di mestieranti. tanto poi non li utilizzi questi ultimi.

questo è il motivo per cui gattuso se ne va e per cui se ne deve andare.

poi, mi ripeto, lui è bravo e crescerà. però oggi non è da napoli, non più. sopratutto con squadre come la roma che prende gente come mourinho e come la juve che riprende allegri.
ci vuole altro per andare in champions il prossimo anno, non gattuso.

io sono contento così perchè significa che adl punta in alto. poi può anche sbagliare. però vuole di più e noi tifosi dovremmo essere contenti invece di stare sempre a fare le lagne.

•     •     •


https://www.youtube.com/watch?v=vk5Jg-mAeVY
Considerazioni sulla stagione 2020/2021 |#137
May 5, 2021 - 3:38 PM hours
Originariamente scritto da GlenMattews

Originariamente scritto da Angiolo007

@GlenMattews @LR_21

Sul fatto che la partita andava chiusa prima sì, su questo sono d’accordo, certo non si può stare per 90 minuti sul filo e poi staccare, questo si paga caro.
Dove non sono d’accordo è che l’avremmo persa comunque, quello no, Demme ha preso una traversa, Zielinski ha tirato alto di pochissimo, Osimhen oltre al gol fatto non so quanti altri se ne sia mangiato (il più eclatante il colpo di testa da centro area che Cragno copriva l’altro palo, se centrava lo specchio era gol sicurissimo), quel che voglio dire è che all’80’ potevamo stare pure 4-0 tranquillamente. E lì ci sta prendere la disattenzione.
Il fatto è che quel gol di Osimhen era regolarissimo, non è una scusa, ma se al 55’ eravamo sul 2-0 forse la gestione del risultato sarebbe stata un filino più tranquilla, non dico assai.

Sulle aspettative della squadra, ma dopo un anno in cui siamo arrivati 7^ (cioè, sapete che vuol dire, che se non vincevamo la Coppa Italia manco alle competizioni europee andavamo?), con un allenatore in bilico, con contratti a scadenza mai rinnovati, ma dico io, si poteva pensare di iniziare un ciclo vincente? A ben vedere la distanza con chi ci ha preceduto (sideralmente) lo scorso anno la stiamo colmando.

E poi che sintonia c’è tra allenatore e società? La situazione si è già “consumata” e a fine anno sarà addio certo. Imputo a Gattuso aver temporeggiato quando il rinnovo di contratto era già bello e pronto da firmare (dicendo che non era la priorità in quel momento), a DeLa aver levato il supporto a Gattuso nel momento più difficile.
Con Mourinho alla Roma si screma un po’ la lista dei possibili candidati, si è parlato di Juric, De Zerbi, Italiano, Spalletti, Galtier, Dionisi, e ci sono stati contatti per Fonseca, Inzaghi e Gasperini. Io ci credo poco e secondo me nessuno di questi è mai stato vicino alla panchina del Napoli neanche di striscio. Da come lo conosco io AdL c’ha due pallini fissi: Allegri o Sarri. Tutti gli altri nomi sono voci e alcune, secondo me, pure create ad arte.
La telenovela continua.

Io non capisco chi, dopo ogni calciomercato, dice “è il Napoli più completo ed attrezzato degli ultimi ... anni”, solo per un investimento record o un colpo di mercato, lo hai detto tu, abbiamo acquistato Osimhen, uno che ha ancora tutto da dimostrare, non Aguero, tutto questo sacrificando Milik (che sicuramente non è un top ma nell’immediato vale il doppio del nigeriano), prendendo Bakayoko e lasciando partire Allan, io il passo avanti nella qualità della rosa, a dirla tutta, non lo vedo. Al più è stato “valorizzato” Zielinski. Forse Politano. Quindi neanche “giovani promettenti”, ma calciatori già formati.

Quello che vuole dire tutto lo sproloquio: se la rosa non è migliorata molto, la situazione societaria è ancora intricata, è tutto questo venendo da un settimo posto, su che basi è stata sparata la pretesa di dover arrivare per forza oltre il quarto posto sennò è fallimento?


Rispondo in ordine.

Se è fuori è fuori, se è palo è palo, se è fallo è fallo. Contano i gol per il risultato.
Quello su osimehn è un fallo che si poteva dare come non dare. L ha dato. Fine della storia.

Io ti potrei dire che se meret non faceva quei due miracoli la partita, anche con il gol di osimehn valido, l avremmo persa 3-2. Quindi poche chiacchiere.

Se tu concedi tre occasioni al cagliari senza il suo miglior attaccante, joao pedro, in casa tua mentre lotti per la champions e hai tutti, e sottolineo tutti, i giocatori disponibili, allora il problema non può e non deve essere l arbitro.
Qua si stanno cercando degli alibi quando ormai non ce ne sono più!

il settimo posto dell anno scoro è un unicum, così come lo è stato il quinto posto (sesto?) del secondo anno di benitez. il napoli sono ormai quasi dieci anni che orbita in zona champions ed è li che deve finire. quello è il suo obiettivo e ha i mezzi e l organico per farlo.
se ci portava in champions mazzarri con campagnaro, cannavaro e grava, è impensabile che con koulibaly e manolas non ci vai.
tolto lo scorso anno che c è stata una crisi interna per la partenza di due colonne come albiol e hamsik (il capitano), gli ultimi anni il napoli è sempre stato la prima antagonista della juve.
se a quell organico tolgo milik, che è mancato per gran parte del tempo in cui si facevano quei risultati, e metto uno dei migliori giovani attaccanti in circolazione, tu devi fare meglio perchè la rosa quella è.
Su questo c è poco da dire.

l inter ha vinto lo scudetto con in panchina in attacco sanchez, che è un fantasma da anni. llorente, che noi avevamo come quarta scelta (per un posto solo da attaccante!) è molto meglio come resa e affidabilità, anche se più vecchio.
l inter ha in panchina ranocchia come primo panchinaro. noi abbiamo maksimovic e rrhamani che in confronto sono due palloni d oro. solo che ranocchia è il primo panchinaro per tre posti, questi due slavi che abbiamo sono due per due posti. un pò cambia no?
devo continuare?
per noi è stato un calvario sostituire un attaccante quando avevamo in rosa petagna e llorente. sembrava che il napoli fosse costretto a giocare con una gamba sola. conte, per quanto non mi piace, ha fatto filare quelli che aveva.
benitez aveva davanti la difesa david lopez come titolare, ed ha comunque sfiorato anche il secondo anno la champions (e mi pare che li fosse per i primi tre). gattuso ha bakayoko, demme e lobotka. tre ce ne ha per uno che ha lasciato partire, allan.
ma quanti giocatori gli servono a sto allenatore per coprire un ruolo? dieci?

gattuso c ha un modo solo di giocare. quello che oggi fa osimehn prima lo faceva lozano (che è poi il motivo per cui ancelotti lo ha preso e lo voleva far giocare seconda punta). infatti ora che che c è osimehn, lozano non rende più come prima.
perchè? perchè gattuso non ha trovato soluzioni a sta convivenza.
con petagna (e c ha messo un mese per arrivarci) sto lavoro lo faceva fare anche a insigne. che è quello di puntare lo spazio.

questo è il motivo per cui gattuso se ne va, perchè non ha reso per le aspettative. non ha reso per la squadra. se tu dai questa squadra ad allegri, ti ci vince il campionato. Domani.
chi arriva non lo so. sembrano ormai esserci grandi nomi dopo l arrivo di mourinho. si parla del ritorno di allegri alla juve, conte all inter e mourinho già alla roma. il prossimo anno se non si mette uno bravo su sta panchina si rischia nuovamente di rimanere fuori dall europa che conta. e non deve succedere perchè sarebbe il terzo anno se si fallisce anche questo.

Sul discorso rosa, che già avevo iniziato sopra in qualche punto, dico solo questo:

ospina
di lorenzo, manolas, koulibaly, mario rui
demme, fabian ruiz
lozano, zielinski, insigne
osimehn

meret
hysaj, maksimovic, rrhamani, ghoulam
bakayoko, lobotka
politano, mertens, elmas
petangna

la seconda squadra lotta tranquillamente per l europa league. magari un gasperini ti ci va pure in champions.
la seconda squadra è più forte sia della prima squadra che aveva mazzarri (non fermiamoci ai tre tenori, guardiamo pure dietro chi c era), che alla prima che aveva benitez e anche alla prima squadra del primo anno di sarri.
poi quest organico è cresciuto, grazie al lavoro di diversi allenatori.

koulibaly non era nessuno, lo stesso mertens, ghoulam e così via.

gattuso non saprei chi ha fatto crescere.
meret è involuto. di lorenzo, manolas e koulibaly uguale; hysaj è diventato inguardabile; mario rui è un fantasma, non gioca più; bakayoko, preso da lui, non è affidabile; lobotka, preso da lui appena arrivato, non ha mai nemmeno giocato; elmas non è più cresciuto; fabian ruiz è involuto; mertens gioca solo a sprazzi; petagna e llorente sono finiti su "chi l ha visto"; maksimovic ormai fa da soprammobile (e non ha mai nemmeno sfiorato i livelli di ancelotti) mentre rrhamani non è praticamente mai stato inserito in squadra.

chi rimane dunque?
ospina che rende quello che rendeva come secondo già prima; insigne che è lo stesso di sempre; politano idem; zielinski che è solo stato spostato venti metri più avanti (e per questo fa quache gol in più) sennà è nella traiettoria della sue evoluzione da anni. ha solo trovato continuità e titolarità con la partenza di hamsik.
osimehn e lozano sono sbocciati ma io non so se è per merito di gattuso o perchè si sono ambientati.

io con gattuso vedo che i giocatori in crescita sono quelli la cui traiettoria di evoluzione già era partita. non ha tirato fuori nessuno da zero. non si è inventato un mertens prima punta o un maksimovic e luperto terzini.
il massimo dell azzardo è stato mettere hysaj a sinistra. e non mi pare stia pagando.

la maggior parte delle partite le risolvono i singoli e il fatto che c è davvero troppa qualità in campo per pareggiare o perdere. come è successo con il crotone.

dico questo perchè la squadra lo segue, lui non ha avuto i problemi di ancelotti. la squadra gli sta dietro come a mazzarri e sarri. non ha avuto problemi come benitez.
benitez c ha portato in semifinale di europa league. ancelotti a vincere contro i campioni d europa. questo finchè li hanno seguiti.
gattuso ci ha si dato una coppa italia, però poi quest anno non è stato un granchè.
io l europa league l accetto, ci mancherebbe. però devi avere a disposizione la seconda formazione che ha scritto, quella delle riserve, non la prima. Capirai poi se le hai tutte e due.

il limite di gattuso è stato quello di non essere riuscito ad allenare 23 giocatori. lui ne ha allenati 13/14. i panchinari non sanno cosa fare in campo. vedi lozano che come è uscito dal giro è diventato un fantasma. lo stesso per bakayoko. idem per mario rui, meret e via dicendo.

io presidente, che te li do a fare 23 giocatori di livello se poi te me ne utilizzi la metà e il resto me lo svaluti?
a sto punto ti do 13/14 giocatori forti e una decina di mestieranti. tanto poi non li utilizzi questi ultimi.

questo è il motivo per cui gattuso se ne va e per cui se ne deve andare.

poi, mi ripeto, lui è bravo e crescerà. però oggi non è da napoli, non più. sopratutto con squadre come la roma che prende gente come mourinho e come la juve che riprende allegri.
ci vuole altro per andare in champions il prossimo anno, non gattuso.

io sono contento così perchè significa che adl punta in alto. poi può anche sbagliare. però vuole di più e noi tifosi dovremmo essere contenti invece di stare sempre a fare le lagne.


Tutto giusto @GlenMattews, ma non tutto è matematico: con 10 infortunati abbiamo battuto la Juve e con tutti i giocatori disponibili abbiamo pareggiato in casa contro il Cagliari, non è che se lotti per la Champions e giochi contro un avversario a cui manca il suo giocatore migliore devi vincere per forza. La Juve con 11 titolari ha perso in casa contro il Benevento, tanto per dire.

Poi se vogliamo fare revisionismo ti posso pure dire che sì, avremmo perso anche 0-3 se il gol di Osimhen fosse finito fuori e Meret non avesse fatto quelle parate. Ma nulla toglie che fino all'85' li stavamo dominando e poteva anche finire 4-0. Invece, toh, è finita 1-1. Se concedi tre occasioni al Cagliari ... noi ne abbiamo prodotte almeno una decina (voglio pure esagerare per difetto).

Lo dici tu, proprio perché non si è valorizzato nessuno, dico io, perché si sta a pretendere i miracoli se comunque dall'anno scorso il miglioramento non c'è stato? E comunque, gira che ti rigira, se non c'è la qualità dei singoli, quello che ti fa la giocata e ti tira sempre qualcosa dal cappello, vincere è non difficile, difficilissimo. Se non c'era Cristiano Ronaldo la Juve contro l'Udinese avrebbe perso, senza Lukaku l'Inter lo scudetto lo avrebbe visto col binocolo.
Poi, dico io, se pareggiavamo contro la Lazio e battevamo il Cagliari tutto questo disfattismo non c'era, eppure sono sempre 4 punti, perciò quel che dico è che alla fine un pareggio dopo tanti risultati buoni ci può anche stare, calo di condizione fisica/concentrazione, ovvio che d'altro canto è contestabilissimo per il modo in cui è maturato. Specie perché si è peccato di "recidiva".
Siamo arrivati settimi lo scorso anno, lo dicono le statistiche e non la casualità, voleva dire che 6 squadre hanno fatto risultati migliori. Altrimenti pure io ti posso dire che lo scudetto dell'Inter quest'anno è stato un unicum perché le altre squadre stanno rifondando il loro progetto tecnico. Almeno qui proviamo a essere obiettivi.
Lo ripeto: settimo vuol dire fuori dalle competizioni europee, dobbiamo ringraziare come è andata la Coppa Italia. Quest'anno già alla quartultima giornata abbiamo la certezza di farle l'anno prossimo tramite il piazzamento in campionato. Fidatevi, non è poco.

Sulla questione allenatore: si punta in alto, sì o no?
Se è vero che AdL punta in alto io Gattuso lo posso salutare anche domani, io ho dato tanto a te, tu hai dato tanto a me e adesso ciao. Innanzitutto Allegri alla Juve non è ancora ufficiale ... poi Mourinho alla Roma mi sa tanto di Ancelotti al Napoli: annunciato prima della fine della stagione come gran colpo a effetto, allenatore che negli ultimi anni ha ricevuto vari esoneri, ci vedo tantissime analogie, se non altro la differenza è che Ancelotti a Napoli quando la società stava vivendo forse il momento migliore degli ultimi 30 anni e gli è stata chiesta la luna, Mourinho arriva in un posto dove c'è solo da raccogliere i cocci.
Se poi all'ultimo ci mette sotto contratto Dionisi dell'Empoli, beh no. Ci credo che i tifosi fanno le lagne. MI TENGO GATTUSO scritto in maiuscolo, e io sono proprio l'ultimo degli estimatori di Gattuso.

Io credo che fino all'ultimo AdL ci proverà con uno tra Allegri e Sarri, tutt'al più Spalletti ma proprio come ripiego se dovessero sfumare i primi due (tant'è che, scrivono, abbia già un accordo economico con Spalletti). Cosa ne penso:

Con Spalletti non è che sinceramente puoi fare tutto questo miglioramento, si continuerebbe a lottare per la Champions, come si stava facendo prima, se poi in più tempo prende la squadra e la porta a lottare per lo Scudetto, eh, va più che bene. Il risultato eclatante, per dire, non l'ha mai fatto, già per esempio Di Francesco con la Roma ha fatto una semifinale in Champions mettendo nel sacco il Barcellona. Al più è uno che comunque porta gioco, carattere e buone idee tattiche, come ha fatto con Roma e Inter (ha portato la prima al secondo posto dopo anni molto difficili e la seconda in Champions dopo tanti anni di assenza). L'unico problema ... quelle sparate in conferenza stampa non se le può permettere. Intravedo in lontananza un Lorenzo Insigne a cui verrà sottratta la fascia da capitano, e non vorrei manco pensarci.

Sarri: a DeLa non piacciono le minestre riscaldate, però qui veramente ci sta facendo più di un'idea, mi metto pure nei panni di Sarri, dopo l'apoteosi dei 91 punti ha fatto una sequela di scelte sbagliate, al Chelsea e alla Juve ha vinto un trofeo ma entrando tutt'e due le volte in rottura con la società, inoltre con la Juve aveva l'aggravante, chiamiamola così, di essere andato in una squadra rivale. Ripartire da una piazza che lo conosce, dove nonostante tutto è rimpianto da una fetta di tifosi, con una squadra da rilanciare, un po' come quella che ereditò da Benitez, fossi in Sarri ci farei più di un pensiero. L'arma a doppio taglio: proprio perché la piazza lo conosce pretenderà la luna (e gli sparerà addosso alla prima difficoltà), inoltre è ancor più "esposto" visti i suoi trascorsi alla Juve.

Allegri: la mia idea è che sia quello meno probabile ma anche quello che AdL sta cercando di più. Quando Ancelotti fu esonerato disse "io con Allegri mi sento quasi quotidianamente, siamo molto amici fuori dal campo", il giorno dopo la partita contro il Verona disse "contatti con Allegri? Sì, costanti, c'è una bel rapporto tra noi". Fatevi 2+2 ...
Improbabile visto che l'ingaggio sarà un po' "faraonico" per gli standard di DeLa (gli dovrebbe dare almeno quanto dava ad Ancelotti ed essere ripagato all'istante con i risultati), poi credo che la condizione minima sia la Champions il prossimo anno. E poi non ce lo vedo tanto in una squadra col training center in affitto. Senza dimenticare che se al 99% salta Pirlo la Juve non ci perde niente a riprenderlo. Di cose che servono al Napoli: il pragmatismo, la mentalità vincente e la comunione d'intenti tra tecnico e società (e ste tre cose Allegri ce le ha da vendere).

De Zerbi/Juric/Italiano nomi fatti tanto per tenere desta l'attenzione della stampa. Andrà a finire che:
Juric va alla Fiorentina, Italiano al Sassuolo, De Zerbi all'estero (Tottenham? sempre se pure il Milan non dovesse cambiare allenatore), Gasperini/Inzaghi alla Juve in caso di esonero di Pirlo (se salta uno dei due vanno su Allegri, se non va al Napoli). Ci aggiungo Gattuso alla Lazio, giacché sarà svincolato. Forse il valzer sarà questo, forse.

•     •     •

Esperienza è il nome che tutti danno ai loro errori - Oscar Wilde

This contribution was last edited by Angiolo007 on May 5, 2021 at 3:41 PM hours
Considerazioni sulla stagione 2020/2021 |#138
May 6, 2021 - 11:54 AM hours
Credo fortemente che il Napoli abbia già l'allenatore. Da gennaio.
De Laurentis si è sempre mosso con largo anticipo. Purtroppo a noi tocca aspettare.
Considerazioni sulla stagione 2020/2021 |#139
May 10, 2021 - 7:04 AM hours
Originariamente scritto da Angiolo007


Tutto giusto @GlenMattews, ma non tutto è matematico: con 10 infortunati abbiamo battuto la Juve e con tutti i giocatori disponibili abbiamo pareggiato in casa contro il Cagliari, non è che se lotti per la Champions e giochi contro un avversario a cui manca il suo giocatore migliore devi vincere per forza. La Juve con 11 titolari ha perso in casa contro il Benevento, tanto per dire.

Poi se vogliamo fare revisionismo ti posso pure dire che sì, avremmo perso anche 0-3 se il gol di Osimhen fosse finito fuori e Meret non avesse fatto quelle parate. Ma nulla toglie che fino all'85' li stavamo dominando e poteva anche finire 4-0. Invece, toh, è finita 1-1. Se concedi tre occasioni al Cagliari ... noi ne abbiamo prodotte almeno una decina (voglio pure esagerare per difetto).

Lo dici tu, proprio perché non si è valorizzato nessuno, dico io, perché si sta a pretendere i miracoli se comunque dall'anno scorso il miglioramento non c'è stato? E comunque, gira che ti rigira, se non c'è la qualità dei singoli, quello che ti fa la giocata e ti tira sempre qualcosa dal cappello, vincere è non difficile, difficilissimo. Se non c'era Cristiano Ronaldo la Juve contro l'Udinese avrebbe perso, senza Lukaku l'Inter lo scudetto lo avrebbe visto col binocolo.
Poi, dico io, se pareggiavamo contro la Lazio e battevamo il Cagliari tutto questo disfattismo non c'era, eppure sono sempre 4 punti, perciò quel che dico è che alla fine un pareggio dopo tanti risultati buoni ci può anche stare, calo di condizione fisica/concentrazione, ovvio che d'altro canto è contestabilissimo per il modo in cui è maturato. Specie perché si è peccato di "recidiva".
Siamo arrivati settimi lo scorso anno, lo dicono le statistiche e non la casualità, voleva dire che 6 squadre hanno fatto risultati migliori. Altrimenti pure io ti posso dire che lo scudetto dell'Inter quest'anno è stato un unicum perché le altre squadre stanno rifondando il loro progetto tecnico. Almeno qui proviamo a essere obiettivi.
Lo ripeto: settimo vuol dire fuori dalle competizioni europee, dobbiamo ringraziare come è andata la Coppa Italia. Quest'anno già alla quartultima giornata abbiamo la certezza di farle l'anno prossimo tramite il piazzamento in campionato. Fidatevi, non è poco.

Sulla questione allenatore: si punta in alto, sì o no?
Se è vero che AdL punta in alto io Gattuso lo posso salutare anche domani, io ho dato tanto a te, tu hai dato tanto a me e adesso ciao. Innanzitutto Allegri alla Juve non è ancora ufficiale ... poi Mourinho alla Roma mi sa tanto di Ancelotti al Napoli: annunciato prima della fine della stagione come gran colpo a effetto, allenatore che negli ultimi anni ha ricevuto vari esoneri, ci vedo tantissime analogie, se non altro la differenza è che Ancelotti a Napoli quando la società stava vivendo forse il momento migliore degli ultimi 30 anni e gli è stata chiesta la luna, Mourinho arriva in un posto dove c'è solo da raccogliere i cocci.
Se poi all'ultimo ci mette sotto contratto Dionisi dell'Empoli, beh no. Ci credo che i tifosi fanno le lagne. MI TENGO GATTUSO scritto in maiuscolo, e io sono proprio l'ultimo degli estimatori di Gattuso.

Io credo che fino all'ultimo AdL ci proverà con uno tra Allegri e Sarri, tutt'al più Spalletti ma proprio come ripiego se dovessero sfumare i primi due (tant'è che, scrivono, abbia già un accordo economico con Spalletti). Cosa ne penso:

Con Spalletti non è che sinceramente puoi fare tutto questo miglioramento, si continuerebbe a lottare per la Champions, come si stava facendo prima, se poi in più tempo prende la squadra e la porta a lottare per lo Scudetto, eh, va più che bene. Il risultato eclatante, per dire, non l'ha mai fatto, già per esempio Di Francesco con la Roma ha fatto una semifinale in Champions mettendo nel sacco il Barcellona. Al più è uno che comunque porta gioco, carattere e buone idee tattiche, come ha fatto con Roma e Inter (ha portato la prima al secondo posto dopo anni molto difficili e la seconda in Champions dopo tanti anni di assenza). L'unico problema ... quelle sparate in conferenza stampa non se le può permettere. Intravedo in lontananza un Lorenzo Insigne a cui verrà sottratta la fascia da capitano, e non vorrei manco pensarci.

Sarri: a DeLa non piacciono le minestre riscaldate, però qui veramente ci sta facendo più di un'idea, mi metto pure nei panni di Sarri, dopo l'apoteosi dei 91 punti ha fatto una sequela di scelte sbagliate, al Chelsea e alla Juve ha vinto un trofeo ma entrando tutt'e due le volte in rottura con la società, inoltre con la Juve aveva l'aggravante, chiamiamola così, di essere andato in una squadra rivale. Ripartire da una piazza che lo conosce, dove nonostante tutto è rimpianto da una fetta di tifosi, con una squadra da rilanciare, un po' come quella che ereditò da Benitez, fossi in Sarri ci farei più di un pensiero. L'arma a doppio taglio: proprio perché la piazza lo conosce pretenderà la luna (e gli sparerà addosso alla prima difficoltà), inoltre è ancor più "esposto" visti i suoi trascorsi alla Juve.

Allegri: la mia idea è che sia quello meno probabile ma anche quello che AdL sta cercando di più. Quando Ancelotti fu esonerato disse "io con Allegri mi sento quasi quotidianamente, siamo molto amici fuori dal campo", il giorno dopo la partita contro il Verona disse "contatti con Allegri? Sì, costanti, c'è una bel rapporto tra noi". Fatevi 2+2 ...
Improbabile visto che l'ingaggio sarà un po' "faraonico" per gli standard di DeLa (gli dovrebbe dare almeno quanto dava ad Ancelotti ed essere ripagato all'istante con i risultati), poi credo che la condizione minima sia la Champions il prossimo anno. E poi non ce lo vedo tanto in una squadra col training center in affitto. Senza dimenticare che se al 99% salta Pirlo la Juve non ci perde niente a riprenderlo. Di cose che servono al Napoli: il pragmatismo, la mentalità vincente e la comunione d'intenti tra tecnico e società (e ste tre cose Allegri ce le ha da vendere).

De Zerbi/Juric/Italiano nomi fatti tanto per tenere desta l'attenzione della stampa. Andrà a finire che:
Juric va alla Fiorentina, Italiano al Sassuolo, De Zerbi all'estero (Tottenham? sempre se pure il Milan non dovesse cambiare allenatore), Gasperini/Inzaghi alla Juve in caso di esonero di Pirlo (se salta uno dei due vanno su Allegri, se non va al Napoli). Ci aggiungo Gattuso alla Lazio, giacché sarà svincolato. Forse il valzer sarà questo, forse.


Partiamo dal presupposto che a me fa ribrezzo veder tirare fuori il revisionismo quando si parla di calcio.

Non capisco poi il perchè se tu dici che se l arbitro avesse dato il rigore è sacrosanto, mentre se io dico che se non era per meret sarbbe finita 3-2 è revisionismo.

Poi, anche qua, se mancano dieci (dieci? saranno mica sei o sette? o c abbiamo contato pure le giovanili?) giocatori e si perde, allora tutti a lamentarsi perchè mancano. quando ci sono tutti invece, allora non tutto è matematico. però quando si perdeva perchè mancava la gente nessuno diceva che non tutto è matematico.

Poi, anche li. per due volte prendi la juve per esempio perchè sta andando male. perchè non prendi l inter? o il milan. che con neanche la metà della rosa del napoli gli sta ancora sopra?

Sul discorso della qualità invece, continuo sulla stessa falsa riga. l atalanta tutta sta qualità non ce l ha. di sicuro non ce l aveva quando è arrivato gasperini. il milan tutta sta qualità non ce l ha. la lazio tutta sta qualità non ce l ha. l inter in panchina c ha una squadra da salvezza, eppure ha vinto lo scudetto con tre giornate d anticipo.
se fosse vero sto ragionamento che fai tu insomma, basterebbe mettere in panchina uno qualsiasi, un pirlo per dirne uno, perchè tanto poi la gara te la risolvono i singoli. ma mi pare sia evidente a tutti quanti che non è così?

sul discorso settimo posto, io non dico che non siamo arrivati settimi. però qua sei tu che devi essere obiettivo, non io. quello è stato un anno particolare in cui ci sono stati problemi nello spogliatoio prima, e poi gattuso ha voluto rifare la preparazione a gennaio. tra uno e l altro si sono perse sette/otto giornate buone. dopo ci credo che arrivi settimo.
l anno scorso per il napoli è stato un unicum. tanto è vero che quest anno era dato, insieme all inter, come una delle favorite a contrastare la juve.
dico questo perchè se questa è la base del ragionamento, allora di sarri dovremmo dire che ha fatto schifo l ultimo anno visto che pure l anno prima era arrivato secondo.

Sugli allentori non mi pronuncio. Andare a criticare gente come spalletti o allegri, gente che c ha anni d esperienza, anche internazionale, prima che abbiano messo piede a napoli, non mi pare il caso.
io cosa abbiano in testa questi qui per questa rosa non lo so.
posso solo dire che, avendo visto cosa riesce a tirare fuori dai suoi giocatori, sicuramente allegri è un top allenatore. se arriva lui è sicuro una garanzia, degli altri non lo so.

la differenza vera è che quest anno in scuderia il napoli ha un cavallo di razza che sta facendo vedere tutte le sue migliori qualità: osimehn. quello è un ragazzo che ha voglia di lavorare e non si monta la testa come ha fatto qualcuno prima di lui. il prossimo allenatore dovrà sicuramente puntare su sto ragazzo. quando gli altri vedranno che il napoli con un bomber del genere va avanti spedito, vedrete che nessuno si sentirà più il padrone di napoli e del napoli.

Sul discorso gattuso mi ripeto per l ennesima volta. è un buon allenatore ma non è da napoli. e non è da napoli semplicemente perchè non riesce a gestire due competizioni ogni tre giorni. se gioca una volta a settimana, come abbiamo visto, riesce a far giocare bene e ad ottenere risultati.
è giovane e si farà, però non credo sia il caso che si faccia le ossa sulla pelle del napoli visto che tutto sto salto di qualità non l ha mostrato.

sto problema, per dirne uno, ce lo aveva pure sarri. andava benissimo in campionato ma faceva lo sparring partner in europa.
non è questa la dimensione del napoli ed è per questo che credo che lui non tornerà.

le cose sono due quindi. per come credo ragioni adl, o punta su un grande nome, un gestore, che gli possa portare avanti la squadra su tutte le competizione e gli utilizzi a pieno la rosa. ed ecco che qua i due nomi sono allegri e spalletti. oppure punta su un giovane che ha dimostrato tanto e per un anno scommette per vedere se riesce a tenere botta su due fronti, come ha fatto con gattuso un anno e mezzo fa. poi se non funziona si cambia.

•     •     •


https://www.youtube.com/watch?v=vk5Jg-mAeVY
Considerazioni sulla stagione 2020/2021 |#140
May 10, 2021 - 8:51 AM hours
@GlenMattews nessuno pretendeva di vincerle tutte con il 100% della rosa a disposizione. Però.
Col Genoa addirittura Lozano falso nove nel primo tempo e poi Politano nello stesso ruolo, in un'altra partita (non ricordo quale) addirittura fu buttato Elmas in quel ruolo.
Col 100% della rosa a disposizione puoi non vincerle tutte, col 40% della rosa è sicurissimo che fai una fatica tremenda.
Tra gennaio e febbraio si è infortunato Demme: ma sapete che media punti ha il Napoli con Demme in campo? 2.3 punti a partita. Che vuol dire una cosa sola: Scudetto.
Osimhen che da ottobre a febbraio ha giocato pochi spezzoni di partita: sapete quanti minuti gli sono bastati per fare 10 gol con la maglia del Napoli? Poco più di 1200. Anche meno di Cavani e Higuain. 6 gol in 5 partite consecutive quest'anno forse solo Lukaku o CR7 li hanno fatti. E sto parlando solo dei gol ... perché anche se nel gol dell'1-0 di sabato lui non ha fatto né la rete né l'assist, comunque lo ha "propiziato" lui.
Quello voglio dire: se esistono dei titolari e delle riserve è perché la differenza di rendimento c'è, non giriamoci attorno. Che poi tizio o caio riesce sempre a tirare fuori il meglio da quelli che ha, è un altro paio di maniche.
Avere Mertens "mezzo infortunato" oggi (che poi, è stato 6 minuti in campo sabato) non è un problema, con Zielinski trequartista dietro Osimhen abbiamo visto che comunque la macchina funziona, se invece hai fuori pure Lozano, Fabian e Demme ti devi inventare nuovi ruoli e lasciarne scoperti altri.

Sulla qualità dei singoli. Quando giocava Higuain l'anno dei 36 gol, ma già al tempo quando giocava Cavani, tutti a dire "questo Napoli è Cavani-dipendente/Higuain-dipendente ...", tanto che quando giocava senza e il Napoli non vinceva "eh, ma è normale, senza Cavani/Higuain ...". Se ne sono andati loro, ogni partita che il Napoli non vinceva tutti a dire "manca quel giocatore, l'attaccante da 40 gol a stagione, il top player che ti risolve la partita da solo".
Alla fine comunque è dal singolo che devi passare, lo dicevi stesso tu un po' di commenti fa, che c'è troppa qualità per perdere o pareggiare. E forse tanto basta. Figuriamoci poi con un buon allenatore!

Ecco, l'allenatore. No, un giovane in rampa di lancio no. Spero che AdL non stia puntando su quello. Dopo Sarri vedo che molti si sono incalliti, che prendere Juric, Italiano o lo stesso Dionisi (solo per analogia con la carriera di Sarri) sia garanzia di ripetere le stesse "gesta" di tre anni fa. Italiano è al primo anno di Serie A, Dionisi ancora non ce lo abbiamo visto in Serie A, diamogli tempo di farsi le ossa un po' di più. Specie perché poi Gattuso ce lo ritroveremo come avversario, forse alla Fiorentina l'anno prossimo, e avrà il dente avvelenato per come è stato trattato.

L'altra volta avevo pure scritto su Mazzoleni e la sua "permanenza" in sala VAR, nonostante tutti gli errori commessi e le dichiarazioni rilasciate. Ieri l'ha combinata grossa di nuovo, penalizzando una squadra della Campania in favore del Cagliari, toh, proprio come la settimana scorsa. In una sfida tralaltro anche molto delicata, perché c'era in palio la salvezza, e ora il Benevento è in grande difficoltà. Credo che Vigorito e Foggia abbiano fatto benissimo a sfogarsi così. E il legale del Napoli già sta avviando delle procedure, per fare in modo che Mazzoleni non arbitri più partite della nostra squadra.

•     •     •

Esperienza è il nome che tutti danno ai loro errori - Oscar Wilde
  Post options
Do you really want to delete the complete thread?

  Moderator options
Do you really want to delete this post?
  Alert this entry
  Alert this entry
  Bookmark
  Subscribed threads
  Entry worth reading
  Entry worth reading
  Entry worth reading
  Post options
Use the thread search if you want to move this thread to a different thread. Click on create thread if you want to turn this post into a stand-alone thread.